Piccolezze - Lignano - 30/09/2006
 

Aggiornamento sito

Ho trovato un po di tempo per sistemare alcune cose in sospeso... ho aggiunto le foto del libro che ho regalato quest'estate a Michiko per ringraziarla dell'ospitalità durante il mio soggiorno a Tokyo.

23/09/2009


Matrimonio Laila e Riccardo

Ieri sono stato al matrimonio di Laila e Riccardo, una coppia di miei amici. Mi ha fatto davvero sorpresa sentire la canzone di Star Wars in chiesa prima dell'inizio della messa! Siete grandi! WoW!

Io sto continuando a redare il mega capitolo sulla mia vacanza in Giappone. Ho avuto la settimana impegnata con il lavoro e non ho potuto andare avanti... Aiuto sto impazzendo!

Il Mercato del pesce di Tsukiji


Ginza di notte

20/09/2009


Sono qui

Scusate l'assenza, sto sistemando le foto e creando le pagine con le foto del Giappone. La cosa è sugoi mazukasci desu! Scusa te il giapponese. Ho incominciato ad impararlo seriamente o quasi con una mia amica giappa che si è spostata un italiano di Pordenone. Poi proseguirò con la mia amica di Venezia. Ci sentiamo prossimamente.

X Orion: Quando posso passare a portati la felpa?

10/09/2009


Sono tornato

Sono vivo! Scusa te l'assenza ma quando ero a Tokyo non sono più riuscito a collegarmi e a scrivere qui.
Sono arrivato sabato sera. Il viaggio di ritorno è stato tranquillo, ma la cosa che mi ha sconvolto è che non ho avuto nessun tipo di jetlag. E' quel scombussolamento causato dal cambio di fuso che si ha quando si fanno viaggi dall'altra parte del mondo. Il fatto che nè all'andata ne al ritorno ho avuto problemi. Sarò strano, mah!

A Tokyo, e in Giappone si sta troppo bene! Di Tokyo mi sento di dire di aver visto tutte le cose importanti che c'erano da vedere.
Ed ora eccomi qui, a casa mia davanti al mio Mac. Che noia!
Voglio ritornare a Tokyo!

In questi giorni sto sistemando, organizzando, scegliendo le foto che ho fatto nella mia lunga vacanza in oriente. ne ho nel 2800 da controllare.
Quindi abbiate pietà di me e attendete con pazienza la pubblicazione su questo sito.
In più devo cercare delle foto per Fiat JP, (si la nostra Fiat) perché ho avuto un'interessante proposta. Ehehehe vi racconterò!
Anche se le foto non rendono giustizia all'atmosfera che c'è li, avrei dovuto portarmi anche una telecamera.

Comunque ritornerò sicuramente a Tokyo, ancora non so quando, prima però devo imparare seriamente il giapponese.
Ci sono ancora moltissime cose da vedere!

Sotto: La statua di Gundam a grandezza naturale - Odaiba, Tokyo

26/08/2009


Terremoto 2 - AGGIORNATO

Questa notte verso le 5.04 ora locale (22.04 italiana di ieri) c'è stato un altro terremoto. Questo molto più vicino a Tokyo. Io stavo dormendo e mi sono svegliato di colpo. La mia casetta è al 7 piano quindi l'edificio l'ho sentito ben sbattuto e mi sembrava di essere su un vaporetto a Venezia. Era parecchio forte e anche questo è stato molto lungo ed ad un certo punto credevo non finisse più. Ci ho messo un bel po di tempo prima di riaddormentarmi!

Tokyo ore 9.44, italia ore 2.44

Domani parto per la regione di Nagano e starò via fino al 14! A presto!

11/08/2009


La vita a Tokyo 2

Terremoto:
Visto che ieri sera ho partecipato alla scossa sismica, ora vi racconto le mie impressioni e come "vivono" il terremoto qui.
Erano le ore 20.00 (13.00 ora italiana) del 9/08/09 ed ero con la mia amica fermo ad un samaforo vicino casa. Inizialmente ho pensato che fosse la metro, perché ci trovavamo all'uscita di Suitengumae, praticamente sopra la stazione. A differenza del terremoto, quando passa la merto di certo non muove i semafori e gli alberi! Dopo una decina di secondi la mia amica mi dice: "c'è il terremoto, e anche molto forte". 
E' durato parecchio credo 30-40 secondi.
Qui ormai sono abituati e non c'è stato nessun allarmismo e la vita si è solo fermata per qualche secondo, niente di che. Credo che sia abbastanza normale per loro. Alla fine qui è tutto antisismico e se ci sono danni non sono gravissimi. Dopo il terremoto siamo andati a mangiare in un ristorante, per sdrammatizzare...
Pagare con carta di credito:
Qui la carta di credito è accettata in quasi tutti gli esercizi commerciali, in alcuni però si deve spendere minimo 2000¥.
Se per un maleaugurato caso si rimane senza soldi si può prelevare contanti dagli sportelli ATM (bancomat). Il fatto è che non tutti funzionano come devono.
Per esperienza vi consiglio di entrare in uno dei tanto "convini store" della catena "7 even", gli sportelli bancomat sono nascosti ma ci sono!
Convini store:
Sono dei piccoli supermercati aperti 24h su 24h. Per essere dei piccoli supermercati hanno parecchi prodotti. I più diffusi sono quelli della catena "7 even" e "AmPm". Sono dei supermercati economici. E' come la nostra Liddle.
Le emergenze:
Come tutte le grandi città, ambulanza e vigili del fuoco sono molto sollecitate. Ho assistito all'arrivo di un'ambulanza e vigili del fuoco e la gente praticamente non si fermva nenache a vedere cosa stesse succedendo, magari gli danno un'occhiata ma niente di più. Si fanno i fatti loro.
A pensare che quando succede da noi ci sono le folle di gente attorno al malcapitato e in quel momento diventiamo tutti medici.
Qui piove abbastanza spesso, da quel poco che ho capito dalla Tv in zona ci sono 2 tifoni, uno diretto in Cina e l'altro diretto verso Tokyo, in questo momento si trova nel sul del giappone e dovrebbe essere qui domani! Direi che domani è la giornata ideale per fare una gita in barca e prendere il sole a largo.

Tokyo ore 21.00, Italia ore 14.00

10/08/2009


La mia avventura e' iniziata

Eccomi qui!
Per fortuna sono arrivato prima che si mettesse a piovere! Oggi sono andato a fare un tour guidato con il pulman.
Molto interessante, infatti ho deciso che nei prossimi giorni andrò a rivisitare alcuni posti visti oggi. Questa sera volevo andare a farmi un giro ad Akihabara ma il temprale me lo impedisce! Uffa!

Prima di dirvi cosa ho fatto vi lascio alcune informazioni utili sulla vita di Tokyo.
Come vi ho già anticipato ieri, qui è super organizzato.
A Tokyo vivono circa 12 milioni di persone ma le persone che ci lavorano sono molte di più.

Metropolitana:
Qui la maggior parte dei giapponesi, ma anche io, ha una tessere magnetica (SUICA o PASMO, ndr: sono le più diffuse) che serve per muoversi sia in metro che con i mezzi pubblici.
Il suo utilizzo è fondamentale perchè fa risparmiare un sacco di tempo agli utenti che non devono fare il biglietto o fare fila per rinnovarlo.
Entrando ed uscendo da un mezzo pubblico si APPOGGIA la tessera sopra un rilevatore che ci scala automaticamente il credito. C'è la possibilità di scriverci sopra il proprio nome con caratteri giapponesi.
Alla fine del bancone c'è un display che riporta il credito disponibile. (vedi filmato). Nella sala di ingresso/uscita c'è sempre una cabina di un funzionario delle ferrovie che controlla il flusso, da indicazioni e risolve eventuali prolemi con le tessere.
Ricaricare la scheda è molto semplice. Basta recarsi in uno de tantissimi terminali, scegliere la lingua, inserire la tessera, scegliere di quanto ricaricare (perchè qui TUTTE le macchinette danno il resto), inserire i soldi. Si sta 10 secondi, è semlice e c'è sempre 1 macchinetta libera!
Qui qualsiasi cosa è scritta sia in giapponese che in inglese. La tessera costa 500 Yen, circa 3,60 Euro che vengono restituiti se non si desidera più usare questo servizio.
La tessera magnetica da la certezza che TUTTI paghino per usufruire dei mezzi pubblici, a differenza nostra che abbiamo un biglietto cartaceo adatto alla falsificazione, contraffazione o nella peggiore delle ipotesi non è stata proprio acquistato. Il biglietto cartaceo c'è anche qui, ma vedo ben poche persone che lo usano, perlopiù turisti.
Alcuni ristoranti della stazione di Tokyo offrono la possibilità di pagare il pranzo con la tessera magnetica.
Con SUICA e PASMO si può viaggiare in treno (linee "JR" Japan Railway east), metro e autobus (Tokyo e paesi limitrofi).
La metro è tenuta in ottime condizioni, niente sporco o puzze varie, e tutto è segnato efficentemente. Sono segnati sia i percorsi di uscita che quelli di entrata in stazione e non ci sono ingorghi di nessun tipo. Ed esempio le scale riportano delle frecce per indicare dove si sale o dove si scendere. Sulle scale mobili si deve tenere la sinistra e lasciare spazio a destra per chi ha fretta, magari in Italia!
Qui prima di arrivare in una stazione c'è una voce che avvisa che si sta per arrivare alla stazione XXX e il lato dove si apriranno le porte. Poco dopo essere ripartiti sempre la stessa voce annuncia la prossima stazione, tutto questo sia in giapponese che in inglese.
E' abbastanza normale vedere persone che dormono durante il tragitto (anche in piedi). La cosa che mi ha colpito di più e che si svegliano puntualmente prima di scendere! Secondo quello che mi ha raccontato la mia amica gli capita rare volte di non svegliarsi in tempo.

 

Per strada:
Qui non tengono la destra ma la sinistra come in Inghilterra.
Girare per Tokyo a piedi o in bici molto sicuro. Infatti il pedone ha effettivamnte la precedenza. Se sono a piedi e ho verde, le macchine (anche loro con il verde) si fermano e fanno passare tutti i pedoni.
Qui finora ho sentito solo 2 vole suonare il clacson. C'è molto traffico ma praticamente non si sente nessun rumore, e camminare è un piacere. I motorini non "sgasano" come nelle nostre città. Sinceramente non mi sembra di stare in una città dove vivono solo 12 miloni di persone, ma in un piccolo paesetto. C'è veramente tranquillità per strada.
Ogni tanto sento passare l'ambulanza o i vigili del fuoco, che oltre alle sirene hanno dei megafoni dove con termini gentili chiedono agli automobilisti di far passare.
La polizia ha ben poco da fare, qui praticamente non c'è criminalità, il loro compitò è quello di dare informazioni alla gente. Anche se la polizia di Tokyo è un po arrogante. Probabilmente si sentono i migliori del Giappone.
Per strada si trovamo distributori di lattine sia di cibo, che di liquidi, che distributori di sigarette. Ce ne sono davvero tanti e sono ovunque!
Qui non hanno la cultura del "bar" che abbiamo noi. Di bar non ce ne sono tantissimi e hanno tutti nomi italiani, chissà chi li gestisce.... mah! Tipo "Caffe Veloce".
Come per la metro anche sugli autobus c'è una voce che annuncia la fermata, in più anche l'autista avvisa di prepararsi.
Per strada, in metro è severamente vietato fumare, tranne nelle zone predisposte.

I Giapponesi:
I Giapponesi sono davero delle persone fantastiche. Se entri in un qualsiasi negozio c'è sempre qualcuno che ti saluta in modo gentile, salutano gentilmente anche se te ne vai senza comperare niente. Le ragazze giapponesi sono molto carine e gentili. Ma poi vi racconto cosa ho combinato lunedi.... Gli autisti degli autobus salutano quando sali e quando scendi e qualche vole li ho sentiti anche dire grazie!

Ora ha smesso di diluviare, vediamo cosa fare.

Sono le 20.25, in italia le 13.25

07/08/2009







Il mio territorio

Magredi
Magredi fiori
Albero campi
Venezia
Carnevale Venezia
Autopano Proj
Fiat 500

Google Earth

Get Google Earth
Panoramio
My Photo su
Google Earth (kml)

Feed RSS

Blog
My Portfolio

(*) Livello fotoritocco

1 = Base

2 = Normale

3 = Avanzato

4 = Extreme

 
 

Pagine: - 1 - 2 - 3 - 4 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35