A Tokyo ci sono 12 linee metropolitane. Già qui potete spaventarvi. Provate voi a muovere tutte quelle persone!
Non ho avuto l'occasione di vedere "i butta dentro", che sono degli addetti della metropolitana che per far entrare le persone le spingono dentro.
Io personalmente ho sperimentato l'affollamenteo della metropolitana delle ore 8,30 di mattina. Non come il video qui sotto ma l'affollamento era circa la metà.
Il video si riferisce alla line Hanzomon.


La maggior parte dei giapponesi, ma anche io mi sono dotato, ha una tessere magnetica (SUICA o PASMO, ndr: sono le più diffuse) che serve per muoversi sia in metro che con i mezzi pubblici a Tokyo.
Il suo utilizzo è vitale perché fa risparmiare un sacco di tempo agli utenti per di fare il biglietto o per rinnovare l'abbonamento, ma soprattuto non ha una durata ma è a consumo.
Entrando ed uscendo da un mezzo pubblico si APPOGGIA la tessera sopra un rilevatore che ci scala automaticamente il credito una volta usciti dalla metro. C'è la possibilità di scriverci sopra il proprio nome con caratteri giapponesi.
Qui sotto il mio PASMO con il mio nome scritto in giapponese.
Highslide JS
Alla fine del bancone c'è un display che riporta il credito disponibile. Se abbiamo pochi soldi lo sfondo diventa giallo e poi rosso. Molto utile perché basta dare un'occhiata al display per sapere se abbiamo poco credito.


Nella sala d'ingresso/uscita c'è sempre una cabina con un funzionario della metro che controlla il flusso e da indicazioni.
Ricaricare la scheda è molto semplice. Basta recarsi in uno dei tantissimi terminali, scegliere la lingua, inserire la tessera, scegliere di quanto ricaricare (perché qui TUTTE le macchinette danno il resto), inserire i soldi. Si sta 10 secondi, è semplice e c'è sempre 1 macchinetta libera!
La tessera costa 500 Yen, circa 3,60 Euro che vengono restituiti se non si desidera più usare questo servizio.
La tessera magnetica da la certezza che TUTTI paghino per usufruire dei mezzi pubblici, a differenza nostra che abbiamo un biglietto cartaceo adatto alla falsificazione, contraffazione o nella peggiore delle ipotesi non è stata proprio acquistato.
Alcuni ristoranti nella stazione di Tokyo offrono la possibilità di pagare il pranzo con la tessera magnetica.
Con SUICA e PASMO si può viaggiare in treno, metro e autobus (Tokyo e paesi limitrofi). La "JR" Japan Railway east, è come la nostra Trenitalia, molto più puntuale, la tessera si può usare solo per le zone vicine a Tokyo.
Quando la metro sta per arrivare in stazione c'è una voce che annuncia il nome e il lato dove si apriranno le porte. Poco dopo essere ripartiti viene annuncia la prossima stazione, tutto questo sia in giapponese che in inglese. In più se in una stazione passa un'altra linea o si può prendere la JR viene sempre annunciata dalla stessa voce.
E' abbastanza normale vedere persone che dormono durante il tragitto (anche in piedi). La cosa che mi ha colpito di più e che si svegliano puntualmente prima di scendere! Secondo quello che mi ha raccontato la mia amica gli capita rare volte di non svegliarsi in tempo.
Un'altra comodità della metropolitana è che, oltre all'ottime indicazioni, si vede sia sulle scale che sul pavimento la scritta SALIRE o SCENDERE oppure delle frecce che indicano il lato da tenere per raggiungere l'uscita o un'altra linea di metropolitana. E' praticamente impossibile sbagliare, anche se si è completamente ubriachi! Sulle scale mobili si deve tenere la sinistra e lasciare spazio a destra per chi ha fretta. In più in alcune stazioni si attende in apposite aree per non intralciare l'uscita delle persone che escono dal treno. Anche perché le porte del treno si aprono sempre in un punto predefinito. Quindi basta mettersi in fila e attendere.
Qui sotto le scale con la segnaletica. La metro in arrivo.

Highslide JS Highslide JS

Ho anche provato il taxi giapponese, dico giapponese perché li è il tassista che con un comando apre la portiera per farti salire.

La mappa della metropolitana di Tokyo. Questa è quella completissima di tutto anche le linee extra!

Highslide JS